Giuseppe Stiscia : Un Genio scientifico a servizio della nascente industria Siciliana dell’800

Giuseppe Stiscia figlio di Vincenzo e Giovanna Sanità nasce a Montecalvo Irpino 1850?insieme ai fratelli Michele e Felice e alla madre, segue il padre che si reca in Sicilia per dirigere i lavori delle ferrovie siciliane.La formazione scientifica e gli studi di tecnica  gli faranno conseguire notevoli risultati specie nel campo delle soluzioni industriali di cui ne diventerà campione con la realizzazione di alcuni brevetti.  Un personaggio straordinario che tra l’altro sposa la signora Concetta Leggio  da cui nasce Giovanna Casimira Stiscia. L’altro fratello, Michele, nato a Montecalvo il 10/5/1852  si sposa a Palermo  con Marianna Bentivegna ,imparentandosi con la famiglia di quel Francesco Bentivegna patriota siciliano,originario di Corleone e garibaldino,tra i personaggi di spicco della storia siciliana .Da questa fausta unione  nasceranno  2 figli :Teresa Giovanna Concetta Stiscia nata a Palermo il 16/10 /1886 ed ivi morta nubile l’1/4/1961Vincenzo Stiscia Bentivegna nato a Palermo il 9/9/1884 ed ivi deceduto il 21/2/1969.Vincenzo impalmerà  la marchesina Bianca Maria Letizia Galletti di Santa Marina e da questa favolosa unione celebrata con gran risalto dalla stampa dell’epoca (l’Ora di Palermo15/12/1918), nascerà a Palermo nel dì 13 del mese di Dicembre dell’anno 1923,l’unico figlio a nome Lucio Maria Giuseppe Michele Ischiano Bindo Stiscia,che nella tradizione di famiglia diventerà  ingegnere e poi docente. Sposatosi con la signora Maria Antonia Mongiovì ha procreato 4 figli (Donata,Viviana,Giancarlo e Gabriella) che perdurano e arricchiscono la storia del ramo siciliano della famiglia,sia nel campo artistico che scientifico e culturale,mantenendo sempre vivo il sacro vincolo con le proprie origini.

 

Montecalvo Irpino Giugno 2010

 

 

Giuseppe Stiscia Ritratto fotografico da Archivio Palazzo Stiscia Montecalvo Irpino

 

Estratto da

Annuario Scientifico e Industriale

Ed Fratelli Treves 1893

 

Stiscia Giuseppe fu Vincenzo (Palermo):

 

-Apparecchio inodore per orinatoi ed acque immonde e per cessi di vecchio sistema modificato e nuovo sistema

-Nuovo forno continuo da pane…..

 

 

 

Antonio Stiscia

Scritto in ricordo del caro zio Lucio, uno straordinario esempio di signorile  semplicità e dolce affabilità.

 

N.H. Ing. Prof . Lucio Stiscia

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna