Il Sindaco Pizzillo contro la chiusura del 118

A nome della comunità montecalvese e di gran parte del nord-est dell’Arianese mi sento in dover ringraziare la Dirigenza ASL di Avellino ed i Sindacati che hanno permesso di tagliare ben 10 punti Stie tra cui quella di Montecalvo Irpino che è utile e necessaria non solo alla popolazione di Montecalvo Irpino, ma che serve altri comuni per un totale di circa ottomila cittadini, non tralasciando di ricordare che vi sono contrade di Montecalvo Irpino, come la Malvizza che per essere raggiunte dalla Centrale di Ariano Irpino necessitano di tempi di percorrenza elevati.

 

Abbiamo l’impressione che talune scelte scellerate siano frutto della totale ignoranza del territorio. Infine mi sembra di poter dire che tutti gli enti sovracomunali dal Governo centrale passando per la Regione e quindi l’Azienda Sanitaria Locale abbiano una strategia comune quella di favorire la desertificazione delle aree interne, perché si arriverà al momento in cui i cittadini, dopo la chiusura dell’Iribus, la chiusura degli Ospedali e il paventato ridimensionamento del Presidio Ospedaliero di Ariano Irpino, la soppressione dei Tribunali, deciderà di emigrare, e questa volta non solo per trovare lavoro ma anche per avere quei servizi che via via ci sono stati tolti e che sono quelli minimi essenziali; tralasciando di ricordare che in pochi km quadrati, a queste popolazioni, sono state regalate 3 discariche (Difesa Grande, Sant’Arcangelo, Pustarza). Nel ringraziare ancora una volta per quest’ennesima scelta scellerata chiedo ai colleghi Sindaci di porre in essere un’azione comune volta a contrastare tutte le azioni di penalizzazione dei nostri territori e delle nostre popolazioni

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna